Il “Gezziamoci. Il Jazz Festival di Basilicata” quest’anno festeggia la trentesima edizione. Il festival più longevo del sud Italia ritorna dopo i sold out dell’edizione estiva a riempire il calendario di eventi dell’inverno materano dal 20 ottobre al 7 dicembre.
Per la piccola comunità dell’Onyx Jazz Club questo è un grande traguardo che rinsalda il legame con la città di Matera. L’idea è sempre stata quella di legare la cultura alle radici lucane, di modo che il Gezziamoci e Matera potessero crescere insieme come luogo di cultura collettiva e condivisa, dove tutti i musicisti non si sentissero ospiti ma abitanti per un giorno di quei luoghi. Luoghi che molte e molte volte li hanno ispirati, la dimostrazione che non si cava solo tufo dai sassi ma la maggior parte delle volte si cava cultura.
Come sempre, l’obiettivo dell’Onyx Jazz Club è quello di far dialogare fra loro artisti stranieri e locali. Si parte il 20 ottobre con il Letizia Onorati Trio a Casa Cava, giovane voce che vedrà al suo fianco il grande sassofonista Max Ionata. Il 31 ottobre sul palco dell’auditorium Gervasio ritorna a Matera uno degli artisti che ha regalato grandi emozioni nel corso dei trent’anni del Gezziamoci: Henri Texier con il suo Hope Quartet. Il 10 novembre le Faraualla presenteranno Ogni Male Fore, un ideale percorso nell’affascinante territorio della medicina popolare pugliese sul palco di Casa Cava. L’1 dicembre l’ A.L. Quartet di Gianfranco Menzella sarà protagonista dell’affascinante Casa Cava e si chiude nella stessa location il 7 dicembre con Jazz&Rozz, Alessandro Tedesco e Pino Melfi 5et con il Rock a modo nostro.
Tutti i concerti che si terranno a Casa Cava avranno il costo di 8 euro, mentre il concerto all’Auditorium Gervasio 12 euro.

 

Fonte: www.onyxjazzclub.it

 

 

Categories: Concerto

Leave a Reply